Pop-up shops

Ovvero negozi che appaiono all’improvviso. La moda dei ha portato i commercianti a elaborare trovate davvero originali nonchè divertenti e apprezzate dai consumatori. Ne è un simpatico esempio la soluzione nella figura qui a fianco dove un semplice container è stato adattato a ristorante per presentare nuove ricette. Se andiamo ad analizzare bene la storia, la tecnica del ha origini abbastanza lontane nel passato. Vi ricordate ad esempio i camioncini dei fruttivendoli che, comparendo all’improvviso, annunciavano a gran voce con i loro altoparlanti la vendita di frutta e verdura fresca a prezzi bassissimi? Facevano affari d’oro e ci si chiede come mai non se ne vedono più in circolazione.  L’idea dei pop up e temporary shops è un’elaborazione moderna dei cari vecchi negozi itineranti. Il arriva in una certa zona in un determinato periodo dell’anno, si manifesta con un evento-inaugurazione, presenta nuovi prodotti, sponsorizza eventi o vende prodotti di marca con promozioni particolari, rimane aperto da una a qualche settimana e, terminato il conto alla rovescia, scompare per poi riapparire in un’altra location incentivando gli utenti in quel territorio. Ecco che si creano così dei momenti di aggregazione che interrompono la routine del quotidiano nei centri abitati, galvanizzando l’interesse del pubblico.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento